TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Presentato a Venezia 'Sangue del mio sangue' ...

La vicenda di ‘Sangue del mio sangue’, ultimo film del grande regista italiano Marco Bellocchio, presentato l’8 settembre al Festival di Venezia, comincia e finisce nel 1.600. Quando una nobildonna, diventata suora di clausura, seduce il prete del suo convento, viene sottoposta dalla Chiesa dell’epoca a un feroce interrogatorio per scoprire se sia posseduta dal diavolo, e infine murata viva. Le atmosfere di questa prima parte sono cupe e angosciose, ma, anche se un vampiro (grottesco) nella seconda parte della storia in effetti c’è, il film non è certo un horror. Si tratta piuttosto di metafore che il regista utilizza per trattare i temi a lui più cari: la famiglia, le radici e la memoria (la storia è girata a Bobbio, suo paese natale), la critica alla società italiana, la libertà...

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog