TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Anteprime, il pop elettronico da urlo di Munk

Album numero 3 per Munk (Rebolledo, James Murphy, Asia Argento tra le sue collaborazioni), nome de plume di Mathias Modica, il fondatore della raffinata etichetta di musica elettronica GOMMA. Presentiamo oggi in anteprima esclusiva il video di 'Deceiver' del compositore elettronico stanziato a Berlino e un’intervista che anticipa il lancio dell’album Chanson 3000, in uscita il 23 ottobre.

Come mai hai optato per un video così scuro?

«L’inverno si avvicina e io e le mie vocalist viviamo a Berlino. Una delle città più scure d’Europa. Se sei mai stato nella capitale tedesca sai di cosa parlo. A volte il sole non fa capolino per mesi e il vento russo ti congela ancora di più. C’è molta povertà a Berlino, persone tristi, pertanto una canzone dark come 'Deceiver' si abbina perfettamente al momento. (Il video, del resto, è stato girato proprio a Berlino).

Cosa significa gestire un’etichetta di successo?

Immagino si tratti di maneggiare quotidianamente percentuali, diritti digitali, più che cd o vinili…

«Sta tutto nell’improvvisazione e nel saper reagire ai nuovi scenari. Alla Gomma Records lavoriamo in tre, non per diventare ricchi, ma per divertirci e diffondere la musica che amiamo. Il nostro entusiasmo genera l’entusiasmo tra i fan della Gomma di tutto il mondo».

Cosa significa reagire ai nuovi scenari?

«Pensiamo che gli sviluppi tecnologici (Spotify, blog, SoundCloud, Facebook…) siano grandi opportunità per la musica e li usiamo con passione per diffondere le nostre idee e la nostra musica. Una sola cosa pensiamo che debba essere corretta: YouTube, Google, Spotify dovrebbero pagare di più gli artisti e le etichette. Sono aziende mastodontiche che monetizzano sui musicisti e sulle label. Se solo queste aziende pagassero un giusto compenso, il business musicale tornerebbe in salute».

Come sono stati gli inizi della tua etichetta?

«L’abbiamo lanciata nel 2000. Dalle nostre camere da letto. Allora la scena era diversa, si vendevano ancora molti cd e vinili. Ma siccome non esistevano Facebook e i blog, dovevi spendere molti soldi in promozione… oggi la comunicazione è gratuita, quindi va molto meglio».

C’è un ma?

«Molte persone seguono ancora passivamente i trend. Ma la Gomma è nata per scoprire voci e stili diversi. Vogliamo essere innovativi e originali. E abbiamo un’audience unica, tutta nostra».

Come è nato il tuo disco, Chanson 3000?

«Volevo fare musica elettronica poo che si discostasse dall’ondata deep house. Ho cercato di scrivere canzoni intelligenti ed emozionanti, dal sound e scrittura non scontati. In passato ho lavorato con molti artisti, James Murphy della DFA, Asia Argento, Bobby Conn… ma per questo disco volevo usare solo un paio di voci, cantanti con le quali lavorare sul lungo periodo. Qui a Berlino ho conosciuto queste due artiste, Lizzie Paige di New York e Mona Lazette di Londra. Sono entrambe mie vicine di casa, entrambe vogliono scrivere musica innovativa».

Parlaci del video di Deceiver che presentiamo oggi in anteprima.

«È stato girato per le strade di Berlino da tre fotografi di Milano che lavorano sotto lo pseudonimo di PRO3ECTSTUDIO. Sono Jacopo Lorenzini, Gabriele Micheli e Tobia Peruzzi. Lavorano per Vogue, Nike, L’Officiel, Elite model Milano, Pitti Immagine e molti altri».

Ultima domanda: consigliaci tre artisti da tenere d’occhio.

«I canadesi Phedre, il trio elettronico di Monaco Tambien e i Barking Dogs di Milano».

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog