TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Un microscopio subacqueo per studiare i coralli

Le barriere coralline sono costruzioni enormi, le sui strutture sono identificabili persino dallo Spazio. Ma le creature che le compongono sono in realtà microscopiche: piccolissimi polipi, che è possibile studiare solo con l’ausilio di una potente lente d’ingrandimento. Finora li abbiamo studiati estraendoli dal loro habitat e portandoli in laboratorio, dove analizzarli con le classiche apparecchiature della biologia. Ma le cose stanno cambiando: grazie a questo nuovo microscopio, portatile e capace di adattarsi alle condizioni del mondo subacqueo, un team di ricercatori guidati dallo Scripps Institute of Oceanography dell’Università di San Diego ha potuto guardarli per la prima volta da vicino come non mai direttamente nelle profondità marine, senza doverli intaccare. Scoprendo da subito comportamenti del tutto inaspettati e molto curiosi, come quelli che potete vedere in questo video, appena diffuso da Nature. (Credits: Nature)

Topic:

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog