TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Il carburante pulito per risanare la Polonia

La Polonia è il Paese più “malato” di carbone d'Europa. La sua dipendenza dal carbone è talmente alta da renderlo il suo primo consumatore al mondo. Le richieste provenienti dall'Unione Europea di ridurre le emissioni di gas vengono ignorate: in Polonia continuano a sorgere nuove centrali a carbone che contribuiscono all'inquinamento del Pianeta.

Intanto però i ricercatori stanno studiando nuovi modi per pulire l'aria: così è nato il “Blue Coal”, il “Carbone Blu”, chiamato così per le sue fiamme di colore blu. Sviluppato dal “Zabrze's Institute for Chemical Processing of Coal”, il nuovo carburante ha già passato i test di laboratorio e ora gli scienziati stanno studiando il suo funzionamento in alcune case nel sud della Polonia.
Il carbone blu viene estratto dalle stesse miniere del carbone tradizionale, ma si tratta di una qualità leggermente diversa, che viene privata del gas grazie ad uno speciale bollitore. In questo modo si ottiene una riduzione delle sostanze volatili, ovvero delle emissioni di fumi che inquinano l'ambiente.

L'analisi dei campioni raccolti ha mostrato una riduzione delle emissioni che va da 20 a 100 volte in meno. I valori in diminuzione più significativi sono quelli dei composti organici volatili (COV) e degli idrocarburi policiclici aromatici (IPA), ma anche gli ossidi di zolfo.
Un altro enorme vantaggio del Carbone Blu è il fatto che può bruciare in tutti i tipi di fornace, compresi quelli di generazioni precedenti. Anche se in molte città gli abitanti stanno ricevendo degli aiuti per acquistare delle stufe nuove, in Polonia sono ancora 3,5 milioni quelle vecchie.

Un fattore che potrebbe intralciare il progetto è però quello economico. Anche se la consapevolezza di dover ridurre l'inquinamento dell'aria sta crescendo sempre di più nei cittadini, il prezzo del nuovo carbone potrebbe essere un problema. Gli scienziati però sono fiduciosi e sperano di ricevere dei fondi per l'ambiente che facciano calare i prezzi di produzione.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog