TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Un video spiega come funzionano le piante car...

Come fanno le piante carnivore a distinguere una vera preda da uno stimolo fittizio? Una scelta di vitale importanza, poiché chiudersi e avviare i processi digestivi per queste creature implica un dispendio di energia che non possono permettersi di sprecare, pena anche la morte. Un gruppo di scienziati del Max Planck Institute di Goettingen e dell’Università di Wurzburg ha studiato da vicinissimo molti esemplari della cosiddetta venere acchiappamosche, la classica pianta con le estremità a forma di piccole trappole dentate che probabilmente anche molti di voi hanno a casa, e che si nutre di mosche e moscerini. E ha realizzato che, anziché far partire la digestione nonappena percepisce un movimento dentro la propria bocca, questa pianta “sa contare” e, prima di secernere gli anzimi che sciolgono la preda e ne consentono l’assimilazione, attende che questi stimoli siano più d’uno, in modo da non investire le propri forze per qualcosa di non commestibile (come per esempio le gocce di pioggia). Lo studio completo è su Current Biology, ma intanto ecco il video di alcune tipiche scene di caccia intelligenti. (Credits: Science/Böhm and Scherzer et al.)

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog