TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Il robot evolve in uno... Snake Monster!

I ricercatori della Carnegie Mellon University hanno collegato le loro macchine serpente a un hub centrale per creare uno dei robot più solidi mai sviluppati. Il fulcro di questa tecnologia, spiega il professore Howie Choset, sono i moduli interconnessi,che permettono ai ricercatori

di assemblare con facilità e di programmare robot per compiti specifici in pochi minuti. I moduli che abbiamo progettato, e quelli che saranno progettati, sono come dei mattonino Lego Smart riusciamo ad assemblarli facilmente per far sì che questo accada.


Ogni modulo è un computer, abbastanza intelligente da controllare l'intero robot. Possono essere assemblati e comunicano via Ethernet. Più moduli equivalgono a un robot più intelligente, aumentando la funzionalità della macchina.

Immaginate un mostro serpente tra le macerie di zone disastrate, o che usa le ruote per scendere da una collina, o usa le gambe per entrare in edifici in rovina a cercare sopravvissuti. Questa prospettiva non è lontana. Il robot può essere collegato a un robot gemello, controllato da un operatore remoto.

Costruiamo un braccio con ritorno di forza, il robot leader controlla l'altro robot, il robot subordinato si muove come indicato dal leader.

Il design permette agli ideatori di assemblarlo e programmarlo con facilità.

Secondo Choset non ci vorrà molto prima che questi mostri serpenti diventino strumenti ultra-affidabili e facili da usare in ogni situazione, persino a pranzo. È buonissimo

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog