TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

I-Ball, il pallone robot per gli ipovedenti c...

Il protagonista di questa storia si chiama Heath Cheadle, va ancora a scuola e, a causa di grossi disturbi alla vista, pensava di dover rinunciare per sempre al suo gioco preferito: il calcio. Se non fosse per la geniale invenzione di un gruppo di ingegneri australiani: un pallone robot che, grazie a un sistema di speaker e a dei particolari sensori di movimento all’interno, riesce a far sapere al giocatore esattamente dove si trova. Come? Emettendo suoni diversi o a ritmi diversi in base alla velocità e alla direzione in cui si sposta, per esempio, che accelerano con la stessa accelerazione del suo moto.

Guardare per credere: il ragazzino del video è proprio lui.

I-Ball, così si chiama, è stato messo a punto attraverso la collaborazione di ricercatori della University of Queensland con un’azienda privata, la Vision Australia, e rappresenta il pallone da gioco più interattivo mai realizzato: l’unico a contenere, anziché dei semplici sonagli, un sistema programmabile e personalizzabile per andare incontro alle esigenze ogni singolo utente.

È per ora solo un prototipo, ma ancora alcune piccole modifiche e sarà pronto per entrare in commercio e diventare così disponibile per altri bambini e ragazzi come Heath.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog