TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Gli antichi strumenti musicali rivivono grazi...

No, quando uno strumento musicale è vecchio di secoli difficilmente basta una spolverata per poterlo suonare come una volta. Ci sono pezzi che si logorano e che, ovviamente, è impossibile trovare sul mercato. Un gruppo di ricercatori dell’Università del Connecticut ha trovato però una soluzione: stampare in 3D le componenti da sostituire, rendendo possibile suonare, come vedete in questo video, sassofoni, flauti e oboe che non emettevano più una nota da almeno cent’anni. E' stato possibile grazie alla sinergia tra musicisti e ingegneri e, in particolare, grazie all’impiego della micro-computed tomography, un tipo di radiografia normalmente usata in medicina che qui risulta perfetta per visualizzare l’anatomia precisa dello strumento.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog