TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Guarda come funziona la deep brain stimulatio...

Consiste nell’impianto di alcuni piccoli elettrodi nel cervello e può regalare ai malati di Parkinson e di altri disturbi neurologici una vita migliore. È la deep brain stimulation, o stimolazione cerebrale profonda, una pratica che, pur non curando all’origine la malattia, ne allevia di molto i sintomi.

Come funziona? Una volta inseriti con un intervento chirurgico gli elettrodi, simili a dei piccoli aghi, iniziano a funzionare per il cervello come un pacemaker funziona per il cuore, cioè fornendo stimoli elettrici al tessuto circostante. E sono proprio questi stimoli che sopprimono i difetti di trasmissione elettrica che le malattie come il Parkinson comportano, e che permettono ai pazienti di recuperare una certa flessibilità nei movimenti e ridurre il tremore.

Ecco nel video la storia di uno dei pazienti trattati in una clinica australiana.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog