TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

I nuovi vestiti nanoingegnerizzati non si bagnano

Macchie di vino, ketchup e aloni di sudore saranno solo un vecchio ricordo grazie a questa nuova collezione di capi d’abbigliamento fatti di stoffe che respingono l’acqua e non si bagnano né si sporcano.

È tutta opera di una startup della Silicon Valley, di nome Silic, che ha messo a punto un materiale nanoscopico estremamente idrofobico che non assorbe alcun liquido. E che lo ha aggregato a formare tessuti, per inserirlo nel mercato del vestiario. “Questo materiale, progettato in scala nanoscopica per repellere gli atomi di idrogeno, crea un’altissima tensione superficiale”, spiega Aamir Patel, Ceo ventunenne dell’azienda: “Con questa tensione le molecole d’acqua si comportano come sfere e rotolano via dalla superficie del tessuto con molta facilità”.

Ecco un video per capire meglio come funziona.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog