TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Adidas vs Asics: chi vince?

Abbiamo scelto due fra le migliori scarpe in assoluto quanto a innovazione, le Adidas Energy Boost 2 e le Asics Gel Super J 33 e non abbiamo paura di scontentare nessuno.

Il mondo del running è in velocissima evoluzione tecnologica. Ognuno ha il suo brand preferito, quello che calza meglio e lo fa correre più veloce e sicuro.
Ecco, la scarpa Asics è stata disegnata per il running naturale. Fin dal nome: si chiama 33 dal numero dei muscoli del piede. È per corridori pronatori di un certo livello, gente che corre spesso e cerca una seconda scarpa per variare gli allenamenti, cosa che secondo molti medici sportivi aiuta a migliorare la tecnica e a diventare più veloci.
La calzata è come un guanto di seta, grazie al peso contenuto e alla tomaia costituita da una retina, senza cuciture. Il senso di leggerezza e freschezza è assoluto. 
Dentro le J33 c'è la tecnologia proprietaria Fluid Axis, un sistema che riconosce i movimenti delle articolazioni e vi si adatta. La corsa diventa più stabile e si contiene meglio la pronazione del piede. 

Il segreto di adidas invece è la tecnologia Boost. Cioè una mescola inserita nell'intersuola, capsule di materiale innovativo che alla vista ricorda il polistirolo, ma non lo è. Come lavora? Restituisce più energia alla corsa, scientificamente testato. È come avere una spinta in più, ma non artificiale, è una spinta data da una migliore risposta della suola alla nostra falcata. La conseguenza di tutta la tecnologia impiegata da adidas è che ci sembra di correre sempre sul morbido. La controindicazione è una suola molto minimale, che va messa alla prova dell'usura.

J33 e Boost 2 sono due scarpe diverse, adatte più o meno a tutti per motivi diversi, ed eccellenti in ogni caso. Il voto, neanche a dirlo, è alto per entrambe.

Topic:

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog