TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

In Gran Bretagna vince il Leave e le consegue...

Lo storico referendum sulla Brexit che si è tenuto il 23 giugno ha stabilito che la Gran Bretagna uscirà dall’Unione Europea.

Sono stati chiamati al voto 46,5 milioni di cittadini britannici e oltre 17 milioni hanno votato Leave. Pochi ma significativi i punti percentuali a favore dell’uscita: 51,9% contro 48,1.

Le conseguenze non si sono fatte attendere: mentre Nigel Farage, leader dell’Ukip, esulta e definisce la vittoria del Leave come ‘l’Independence Day’ inglese, il premier David Cameron ha rassegnato le dimissioni e lascerà Downing Street entro ottobre.

Intanto, come previsto, la sterlina è precipitata al livello più basso dal 1985, le Borse di tutta Europa sono in forte calo e le banche centrali in massima allerta.

Se state già pensando di correre a Londra per acquistare capi Stella McCartney a prezzi super scontati, frenate l’entusiasmo.

Credit Suisse prevede per la Gran Bretagna un periodo di recessione, ma anche un rallentamento generale dell’economia per tutta l’eurozona.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog