TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Eagles of Death Metal: nuovo live a Parigi

Gli attentati che hanno insanguinato Parigi durante la notte del 13 novembre 2015 non fermeranno la musica e, in particolare, non arresteranno lo spirito metal degli Eagles of Death Metal. La band californiana tre mesi fa rischiò la vita insieme a centinaia di superstiti che, chiusi nella sala concerti de Le Bataclan, subirono le minacce di un gruppo di terroristi islamici. Il pubblico numeroso che, quella triste notte, si trovava sotto il palco degli Eagles of Death Metal non pensava ad altro che ad assistere al concerto band preferita ma quegli spari segnarono per sempre le loro vite interrompendo non solo le note della performance acustica ma anche la serenità di una normale uscita serale, la spensieratezza della vita quotidiana. Per questo motivo: riappropriarsi della normalità, non farsi abbattere, né intimorire, gli Eagles of Death Metal sono tornati nella capitale francese. Un ritorno accolto dagli applausi di tanti fan che, insieme al gruppo, hanno osservato alcuni secondi di silenzio per ricordare le vittime di quella strage. Il pubblico del locale Olympia di Parigi ha innalzato al cielo le mani a forma di cuore raccogliendo forza, coraggio e fermezza di chi non vuole dimenticare. Il pensiero che sarebbe potuto andare diversamente è stato espresso dal frontman del gruppo. Jesse Hughes, nell’intervista rilasciata a una tv francese, ha dichiarato che il libero possesso di un arma da fuoco, quella notte, avrebbe reso tutti uguali:

"Penso che tutti prima o poi debbano avere un'arma: questa è l'unica cosa su cui non ho cambiato idea. La politica francese di controllo delle armi è riuscita a salvare anche una sola f.....a persona a Le Bataclan? Se c'è qualcuno che può dire di sì, mi piacerebbe sentirlo, perché io non la penso così. Credo che l'unica cosa che è servita sono state alcune delle persone più coraggiose che abbia visto in vita mia buttarsi verso la morte. So che in molti non saranno d'accordo con me ma quella notte le pistole potevano rendere le persone uguali. E mi fa schifo che le cose stiano così. Perché non ho mai visto morire una persona che aveva un'arma, e voglio che tutti possano averne una. Ho visto morire persone che forse avrebbero potuto vivere".

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog