TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

La Giornata della Memoria: per ricordare la Shoah

Il 27 Gennaio si celebra la "Giornata della Memoria”, per ricordare il giorno in cui, nel 1945, l'Armata Rossa, ovvero le truppe dell’esercito sovietico, svelò al mondo gli orrori del campo di concentramento di Auschwitz e liberò i pochi prigionieri sopravvissuti. Il mondo intero commemora ogni anno le numerose vittime dell’Olocausto: come disse Primo Levi è un dovere non dimenticare e portare, di generazione in generazione, testimonianza della Shoah, la persecuzione degli ebrei.

La Giornata della Memoria è stata istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2005. In tutta Italia si svolgono eventi, cerimonie e momenti di riflessione, in particolare nelle scuole, per sensibilizzare attraverso le testimonianze di chi ha subito la deportazione, attraverso i libri di storia, i documentari e le numerose opere cinematografiche che hanno raccontato la Shoah, come "Schindler’s list", "La Vita è Bella", "La Scelta di Sophie" o "Il Diario di Anna Frank".

Tra il 1943 e il 1945 il genocidio messo in atto dalla Germania nazista e i suoi alleati causò fra i 15 e 20 milioni di vittime di ogni età e sesso. Non solo ebrei, ma anche omosessuali, disabili, testimoni di Geova e Rom. In questa giornata si ricordano le torture, le atroci sofferenze che avvenivano nei lager, le leggi razziali naziste e fasciste, soprattutto affinché i più giovani comprendano fino a che punto può arrivare l'orrore umano e per fare in modo che una tragedia di tali proporzioni non avvenga mai più.

"Si sa che sono qui di passaggio, e fra qualche settimana non ne rimarrà che un pugno di cenere in qualche campo non lontano, e su un registro un numero di matricola spuntato. Benché inglobati e trascinati senza requie dalla folla innumerevole dei loro consimili, essi soffrono e si trascinano in una opaca intima solitudine, e in solitudine muoiono o scompaiono, senza lasciar traccia nella memoria di nessuno." Primo Levi, "Se questo è un uomo"

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog