TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

All’asta i cimeli sull’omicidio Kennedy

Sarà battuta online l’asta per le chiavi della Limousine su cui si trovava John Fitzgerald Kennedy quando fu colpito dallo sparo fatale. La morte del presidente ha avuto un forte impatto emotivo sul popolo americano che, nel corso degli anni, ha continuato ad interessarsi all’accadimento raccogliendone notizie sempre più dettagliate. Finalmente i collezionisti potranno possedere alcuni oggetti originali di quella triste giornata.

Il colpo che, il 22 novembre del 63, uccise il presidente Kennedy ha segnato per sempre la memoria dei patriottici statunitensi al punto da creare un velo di sacralità persino intorno ai piccoli cimeli. A New York, la casa d’aste Goldin Auctions, ha annunciato la vendita di alcuni oggetti relativi all’assassinio: “Questi pezzi hanno un significato storico perché ciascuno di essi rappresenta una rarità che ha giocato un ruolo fondamentale nell’omicidio del presidente” dice Ken Goldin, titolare della casa d’aste.

La previsione del prezzo per chi si aggiudicherà le chiavi della limousine dove avvenne l’attentato si aggira intorno ai 50.000 dollari, ovvero circa 47 mila euro.

Al momento del delitto, la Lincoln 74 A attraversava le strade di Dallas dove Kennedy si era recato insieme alla first lady Jaqueline per incontrare il governatore del Texas. La vettura oggi si trova nel museo delle auto d’epoca di Roscoe insieme a una vasta collezione di oggetti legati agli ultimi momenti della vita dell'amato presidente.

Un’altra chiave è stata messa all’asta in questi giorni: quella della cella dove fu incarcerato l’uccisore Lee Harvey Oswald. Per questo oggetto è prognosticato un costo pari a 20.000 dollari.

“Reperti di questo genere sono molto importanti per la conservazione di una memoria storica. Sono anche un monito, un ricordo di qualcosa che è realmente successo negli Stati Uniti” afferma Ken Goldin.

L’asta includerà anche dei biglietti di auguri natalizi che il presidente firmò poco prima del viaggio a Dallas: una testimonianza autentica che oggi ha un valore non solo economico. Con la sua popolarità, Kennedy conquistò un posto nel cuore degli americani che tutt'oggi lo ossequiano.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog