TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Tutti i vincitori del 68esimo Festival di Cannes

Italia a bocca asciutta al Festival di Cannes 2015: la 68esima edizione del celebre premio cinematografico non ha riconosciuto alcuna palma ai film dei tre nostri registi in concorso - Nanni Moretti con "Mia Madre", Matteo Garrone con "Il Racconto dei Racconti" e Paolo Sorrentino con "Youth - La Giovinezza" - nonostante abbiamo avuto riscontri positivi di pubblico e critica.

Tra tante opere intimiste, la giuria presieduta dai fratelli Coen ha premiato i pochi lungometraggi di sapore politico. Inoltre, i premi maggiori sono rimasti in casa, andando a registi e attori francesi.

Jacques Audiard ha vinto la Palma d'Oro con "Deephan", pellicola che racconta l'odissea di tre srilankesi che si fingono una famiglia per fuggire dalla guerra, per approdare poi alla durezza della banlieue parigina.

Assegnato a un altro francese, Vincent Lindon, il premio al 'Miglior Attore' per l'interpretazione in "La Legge del Mercato", che parla di disoccupazione: al momento della consegna della Palma, l'attore era visibilmente emozionato.

'Migliori Attrici' ex equo Emmanuelle Becort per "Mon Roi" e Rooney Mara per "Carol": due film che raccontano l'amore dal punto di vista femminile.

Il Grand Prix è stato assegnato all'ungherese Laszlo Nemes, che con "Son of Saul" ci riporta indietro nel tempo all'inferno di Auschwitz.

La Palma alla 'Miglior Sceneggiatura' è andata al messicano Michel Franco, che in "Chronic" esplora il difficile mondo degli infermieri che assistono i malati terminali, e quello della Giuria alla commedia surreale "The Lobster" del regista greco Yorgos Lanthimos. 'Miglior Regia' a "The Assassin" del taiwanese Hou Hsiao-Hsien.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog