TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Hot Royals: William e Kate lottano per la privacy

Ci siamo quasi: con ogni probabilità il secondogenito di Casa Reale nascerà nel weekend del 25 e 26 Aprile. Da giorni ormai si sono intensificate le misure di sicurezza attorno al Saint Mary Hospital di Londra, dove Kate Middleton ha già partorito due anni fa il piccolo George.

Salgono intanto alle stelle sia la curiosità della gente comune che l'interesse dei media, oltre al nervosismo di William che - da bravo marito e padre - si preoccupa di proteggere la privacy della sua famiglia. Secondo lo storico Hugo Vickers, William ha delle buone ragioni per essere diffidente nei confronti dei media: oggi, rispetto all'epoca in cui era bambino il Principe Charles, c'è un interesse sempre più pressante nei confronti della Royal Family, con i paparazzi alla ricerca di informazioni e scoop 24 ore su 24. Insomma, se un tempo ci si rivolgeva a loro con deferenza, oggi i reali inglesi sono trattati alla stregua di popstar.

Difficile tenere a bada la curiosità dei sudditi inglesi: del resto, un giorno il piccolo George diventerà il loro Re. L'interesse verso la famiglia reale e il nuovo bambino in arrivo è talmente tangibile che la nuova nascita provocherà, prevedono gli esperti, un'ondata di euforia che si tradurrà in maggiori consumi e in una considerevole impennata dell'economia britannica. Il 'baby boom’ si aggirerà tra i 70 e i 250 milioni di sterline. Con queste cifre, altro che crisi: bisognerebbe concepire un 'cucciolo reale' una volta all'anno!

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog