TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Diva o Pornostar? La video-guida a chi 'lo fa...

Il porno è senza alcun dubbio il trampolino di lancio di molte attrici o grandi registi: ne è una prova Marilyn Monroe, che iniziò con scatti bollenti per poi diventare l'icona di tutti i tempi. L'esempio più recente è quello di Lars von Trier, le cui pellicole oscillano tra cinema d'autore e pornografia.

Ci sono poi parecchie attrici 'regolari' che - per rilanciare una carriera un po’ spenta - si cimentano in ruoli hot: il proibito, si sa, desta sempre grande curiosità... E allora, perché no? Basta che se ne parli!

E' questo il caso di Dakota Johnson, figlia di Don e di Melanie Griffith, che presto vedremo nei (pochi) panni di Amanda Steele nella trasposizione cinematografica del best seller "50 Sfumature di Grigio": un film che si preannuncia ad alto tasso di nodi da marinaio e sculacciate.

Come dimenticare l'italianissima Violante Placido che nel 2009 ha fatto rivivere Moana Pozzi, sogno proibito di generazioni di uomini?

Dopo Buffy e Scooby Doo, Sarah Michelle Gellar si è calata nelle vesti sinuose di Krysta Kapowsky / Krysta Now, pornostar del futuro modellata sulle curve di Jenna Jameson: il film era il contestato "Southland Tales - Così Finisce il Mondo", anno di grazia 2006.

Amanda Seyfried è passata da "Mean Girl" all'interpretazione della conturbante Linda Lovelace, mitica attrice di "Gola Profonda" e sogno a luci rosse di milioni di uomini negli anni della sexual revolution. Per la bionda Amanda, nessun imbarazzo nel girare le scene di nudo e mimare tutte le specialità di Linda: anzi, "è stato liberatorio", racconta.

Charlotte Gainsburg, protagonista di "Nymphomaniac" del già citato Von Trier, in nome dell'arte si è trovata alle prese con amplessi multipli e sadomasochismo. Tutto finto, spiega, solo protesi in silicone e controfigure che erano vere pornoattrici, esperte del settore.

Non solo cinema: anche i video musicali in alcuni casi si fanno torridi. Miley Cyrus, dopo i martelli leccati in "Wrecking Ball" e gli sfioramenti ammiccanti di "Adore You" ora cerca di shoccare il suo pubblico con il video di "Tongue Tied": corde, calze a rete, benda sugli occhi, linguaccia bene in vista e tutto l'armamentario del bondage che piano piano si liquefa sul corpo nudo. Et voilà, lo scandalo è di nuovo servito!

Topic:

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog