TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Un relitto restituisce agli States 1,3 milion...

Ciò che sta accadendo negli Stati Uniti ha dell'incredibile, come se si entrasse in una sceneggiatura d'altri tempi: è stato ritrovato un tesoro nelle profondità dell'oceano!

Non è una leggenda né una voce di corridoio: a soli 250 km dalla costa della South Carolina e a una profondità di 7500 piedi (poco più di due 2 km), è stato recuperato un importante relitto che finora era rintracciabile solo tra le pagine della storia americana.

Il vascello SS Central America è naufragato nelle profondità dell'Oceano Atlantico nel lontano 1857 trascinando negli abissi - oltre ai 425 passeggeri sui 477 presenti a bordo - un carico inestimabile d'oro tra lingotti, monete fresche di conio e materiale prezioso grezz. La perdita economica influì profondamente sulla crisi finanziaria di quell'anno e perdurò per alcuni anni a venire.

La fortunata azienda che ha effettuato il recupero è di Tampa (Florida), si chiama ironicamente Odyssey e si occupa di esplorazioni marine. In realtà non sono stati i primi ad aver ispezionato l'imbarcazione: già nel 1988 più di 40 milioni di dollari in oro (il 5% del tesoro totale ipotizzato), furono recuperati da un ingegnere dell'Ohio e dal suo team, che grazie alla tecnologia sonar e a quella robotica riuscirono a scoprire le giuste coordinate del bottino e a farlo riemergere. Tra tribunali ed investitori, la vicenda non andò a finire bene tanto che l'ingegnere diventò latitante nel 2012.

Sarà un'ennesima odissea? Attenti ai pirati della Carolina del Sud!

Topic:

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog