MUSIC | 29 APRIL 2016

Fedez lascia la Siae per la startup Soundreef

Il rapper e produttore milanese Fedez lascia la Siae e si affida alla startup Soundreef per la gestione dei propri diritti d'autore, riaprendo il dibattito sul monopolio Siae

Il rapper e produttore milanese Fedez lascia la Siae e si affida alla startup Soundreef per la gestione dei propri diritti d’autore. ‘Voglio sostenere chi è trasparente e fa della meritocrazia un valore fondante’, spiega. L’accordo tra il rapper e l’amministratore delegato di Soundreef, Davide D’Atri, è stato firmato a Milano. Soundreef, che si pone come alternativa alla Siae, è una piattaforma digitale per gestire il diritto d’autore relativo alla musica nei grandi centri commerciali e nei concerti.

La battaglia di Fedez riapre il dibattito sul monopolio Siae del diritto d’autore in Italia.

Lo scorso 10 aprile doveva infatti essere recepita la direttiva europea Barnier che prevede l’apertura del mercato della raccolta e della gestione del diritto d’autore anche ai privati. In molti Paesi la concorrenza è garantita dalla presenza sul mercato di più di una società per la gestione dei diritti d’autore mentre in Italia l’iter parlamentare è ancora all’inizio. In segno di protesta Soundreef e più di 300 fra imprenditori e musicisti hanno scritto al premier Matteo Renzi per chiedere la liberalizzazione.

La Siae si dice dispiaciuta dell’addio, ma precisa: ‘Dal 1 gennaio 2015 a fine marzo 2016 circa 6.000 nuovi autori under 31 si sono iscritti a Siae. Continuiamo a stimare e apprezzare Fedez come autore e come artista e tuttavia riteniamo che talune sue dichiarazioni siano frutto di una non corretta informazione’.