LIFESTYLE | 15 JUNE 2016

La Tate Modern raddoppia con la Switch House

Dal 17 giugno sarà aperta a Londra la nuova ala della Tate Modern, il museo di arte contemporanea situato nell'ex centrale elettrica di Bankside sul Tamigi. Si chiama Switch House ed è a forma di piramide

tate

Se quest’estate avete in programma una tappa a Londra, non perdetevi la Tate Modern rinnovata.

Il museo di arte contemporanea, aperto nel 2000 e situato in quella che era in precedenza la centrale termoelettrica di Bankside, sulla riva del Tamigi, ha inaugurato infatti martedì 13 giugno un nuovo grande padiglione, che amplia in maniera significativa gli spazi da dedicare alle esposizioni.

La Switch House, così si chiama la nuova ala che ha forma piramidale, progettata dagli architetti Herzog e de Meuron, comprende 10 piani, aumenta del 60 per cento gli spazi espositivi ed è parte di un progetto di riqualificazione da 260 milioni di sterline.

La Tate Modern raddoppia diventando così il più importante centro culturale creato in Inghilterra negli ultimi 20 anni. La collezione attuale si compone di 800 opere di 300 artisti internazionali, da 50 Paesi del mondo, metà dei quali sono donne.

Accanto a maestri dell’arte universalmente riconosciuti come Picasso e Matisse, si potranno ammirare i lavori di artisti contemporanei, come l’arazzo composto da migliaia di tappi di bottiglia del ganese El Anatsui, o un modello dell’antica città algerina di Ghardaia realizzato in couscous dal francese Kader Attia.

La gallery principale attrae già oggi 5 milioni di visitatori all’anno. Dal 17 giugno sarà possibile visitare anche la Switch House, che per le prime due settimane inaugurali resterà aperta la sera fino alle 22.