TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

L’alta orologeria in fiera a Ginevra

Ogni anno, a gennaio, il Salone dell’alta orologeria popola la città di Ginevra, in Svizzera. Nel Paese simbolo della precisione e dei grandi mastri orologiai, la capitale del cantone elvetico ospita la 26° edizione della fiera più esclusiva del settore. Audemars Piguet, Baume & Mercier, Cartier IWC, Jaeger-LeCoultre, Piaget, Vacheron Constantin, Van Cleef & Arpels, Officine Panerai sono alcuni dei selezionatissimi espositori che per quattro giorni presenteranno in esclusiva le novità per il 2016.


Appartenenti in gran parte alla holding finanziaria del gruppo Richemont, i brand rappresentano l’eccellenza sul mercato del lusso e della gioielleria. Proprio per il pubblico d’élite a cui sono destinati i capolavori della meccanica di precisione, il mercato dell’orologeria non ha subito le turbolenze dell’economia mondiale; anzi, il bilancio dell’anno scorso ha chiuso in positivo. Per esempio, il solo marchio Audemars Piguet ha fatturato 800 milioni di dollari.

“Siamo fiduciosi perché nel 2015 abbiamo registrato una richiesta crescente e ci concentriamo con grande attenzione verso le nostre novità, quindi siamo ottimisti ma prudenti perché sappiamo che il mercato continua a subire variazioni economiche e politiche” dice Tim Sayler, Direttore Marketing del brand.

“Se per due mesi, poniamo, dovessimo subire attentati a Londra, Parigi e Milano ne risentirebbe tutta l’Europa e di conseguenza ne risentirebbe il business che a quel punto soffrirebbe l’inflazione. Questo è qualcosa con cui ci potremmo scontrare” dice il Ceo Francois-Henry Bennahmias.

“Il problema è il momento storico. Tutti parlano di crisi, tutti parlano periodo grigio e questa è la cosa più difficile, si sa: convincere la gente che anche se è difficile, torneranno periodi migliori. Voglio dire: ci sono crisi costantemente ogni quattro, cinque anni a questa parte. Siamo abituati. Quindi tanto vale non preoccuparsi, naturalmente la gente vuole comprare, tutti vogliono orologi di lusso, non dobbiamo prendere dal panico” L’ottimismo di Marc Gaudreault di Parmigiani Fleurier incoraggerebbe anche broker più realista.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog