TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

#FreeTheNipple

Circa un anno fa l'artista femminista americana Micol Hebron pubblicò un "template" di un capezzolo maschile da tagliare e incollare sulle foto di nudi femminili per adeguarli alle linee guida delle piattoforme di condivisione  popolare
Oggi il "capezzolo di Hebron" è tornato in auge facendosi portabandiera della campagna virale #FreeTheNipple, portata avanti dalla regista e attivista Lina Esco e che consiste nel censurare l’immagine dei capezzoli femminili, vietati sui social, con quelli maschili.
Il seno degli uomini, infatti, può essere mostrato su tutti i social senza censure in quanto ritenuto non offensivo, mentre sono proibite anche le foto delle mamme che allattano i loro bambini.

La discriminazione interessa anche le celebrities: la stessa Rihanna era stata bannata per 6 mesi da Instagram per avere pubblicato un servizio fotografico fatto per la rivista francese «lui». Insomma: Libere di mostrare il seno, se non il mio..il tuo!

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog