TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

I Dolci di Giotto: il panettone che viene sfo...

Passando nei pressi della prigione di Padova nel mese di Dicembre, si sente un odore che ti aspetteresti se fossi accanto a un fornaio: quello di un panettone appena sfornato.

All'interno delle mura della casa circondariale della città di Sant'Antonio, panettieri in camice bianco della Pasticceria Giotto stanno mescolando con cura gli ingredienti, tritano frutta con immensa concentrazione e appendono i dolci natalizi a testa in giù per mantenere la tradizionale forma a cupola.

Una pasticceria in un carcere? Ebbene, Giotto è la ragione sociale del consorzio che coordina il lavoro dei detenuti: non ci sono discriminazioni di fronte ai crimini, qui si lavora.

Il panettone è solo uno dei prodotti stagionali che vedono la luce nel regime di detenzione padovano: c'è quello classico, senza uvetta e al cioccolato, ma i più 'attraenti' sono quelli alla birra e al kabir, uno speciale vino moscato di Pantelleria. Tutti i dolci sono assolutamente in linea con gli ingredienti dettati dalla legge nel 2006.

Elio, ospite 62enne con una sentenza di 22 anni per spaccio internazionale di droga, si diverte a sottolineare che la gente all'esterno del carcere non immagina neppure lontanamente il tipo di attività che ferve dentro...

I pasticceri carcerati trattano con cura e devozione i loro dolci, che marchiano con un orgoglioso 'Made in Padua Prison'. La Cooperativa Giotto, unica pasticceria italiana tra le sbarre, ha aperto i battenti nel 2005: in 10 anni di produzione, ha dimostrato come il problema dei costi delle prigioni tricolori - tra le più affollate d'Europa - possa essere abbattuto da iniziative imprenditoriali di questo tipo. Inoltre, è un modello educazionale coinvolgente e appassionante, come conferma il Presidente Nicola Boscoletto.

Gli operai ricevono uno stipendio che si aggira tra gli 800 e i 1000 euro mensili, che permette loro di mandare contributi alle famiglie e di comprare cose che non vengono passate dalle istituzioni come caffè e dentrificio.

Per info sui prodotti firmati Giotto: www.idolcidigiotto.it

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog