TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Gli ultimi giri di boa della New York Fashion Week

Ultimi giri di boa di questa New York Fashion Week AI 2016/2017

Complice il cambio location, decisamente meno glam, i meno 17 avvertiti o la scarsa presenza di celebrities, sta di fatto che mai come quest’anno i toni erano spenti.


Presenze femminili fisse della moda americana, Tory Burch e Vera Wang.

La prima prende spunto dal film di Eric Rohmer  “L’Amour l’apre-midi” disegnando una collezione che guarda Oltra’Alpe. E una passione: l’equitazione. Lavorazioni a intarsio e pantaloni jodhpur ricordano le tenute dei fantini e le calde coperte da cavallo. A contrasto, uno spirito bohemian valorizza abiti fluidi con stampe floreali.


Decisamente più minimal, Vera Wang presenta una collezione che vuole essere un chiaro omaggio alla sensualità.

Forme lineari e geometriche. ll total black cede il passo alla schiena nuda e agli spacchi vertiginosi.

Abiti composti da giacche doppiopetto, camicie bianche e volumi oversize.


Sfilata romantica per Rodarte - un romanticismo un po’ twisted con un sottofondo gotico, come indica la consueta installazione artsy che occupa il centro dello spazio attorno a cui si muovono le modelle. Mucchi di terra da cui spuntano fiori di campo sono sparsi tra neon dai colori acidi, suggerendo una vena poetica e delicata in un contesto di avanguardia cool, una celebrazione della femminilità delicata e primaverile


Una melodia malinconica e una donna che avanza composta ed elegante. introduce la donna De La Renta. Tailleur bon ton color ghiaccio, maniche a tre quarti e il pizzo trasparente, rosso por favor!

Broccati e piume si alternano a più formali abiti a tubino fatti in maglia. Colli e rigore per una sfilata che mantiene il punto, quasi a non voler mai allontanarsi dallo stile de la Renta

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog