TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Amputee Venus: shock in passerella

Si intitola "Amputee Venus" il servizio fotografico giapponese che ha scioccato il mondo. Il motivo è semplice: al centro della scena ci sono undici giovani donne che hanno perso un arto. Il lavoro - ispirato dal protesista Fumio Usui - si pone un obiettivo importante: cambiare le abitudini della gente nei confronti dei disabili, che nella terra del Sol Levante è davvero molto indietro in termini di accessibilità architettoniche e di accettazione popolare, tanto da sfociare nella vergogna.

Mentre il mondo della moda è proiettato sulle passerelle delle Fashion Week più importanti, a Yokohama hanno organizzato una sfilata in cui le 'veneri amputate' hanno preso il posto delle modelle. Hitomi Onishi ha perso una delle sue gambe 15 anni fa in seguito a una procedura medica errata: da allora - dopo una forte depressione - la protesi è lentamente diventata parte integrante della sua vita fino a portarla a imporsi come la più sprinter giapponese più veloce sui 100 e 200 metri ai paracampionati nipponici.

Storia simile per la 23enne Mika Abe, che tre anni fa vide i suoi sogni sportivi spezzarsi in un incidente d'auto. L'aiuto della sua famiglia ha riportato Abe alla normalità, tanto che ora gioca a calcio, pratica karate e sta affrontando un duro training per le selezioni dei giochi paraolimpici di Pyeongchang 2018.

Miho Fujii, 20 anni, è un'altra potenziale campionessa paraolimpica. Miho ha perso una gamba dieci giorni dopo la nascita: questo ha fatto in modo che crescesse senza mai avere la sensazione reale dei due arti, ma il suo corpo ha rigettato le protesi causandole non poco dolore e solo recentemente è riuscita a trovare un arto artificiale sportivo che le permette di correre e di andare in bici. Il suo prossimo obiettivo è quello di entrare nella Nazionale Paraolimpica che gareggerà ai giochi di Tokyo 2020.

Dalle reazioni della gente, lo scopo della sfilata e del servizio fotografico sembra essere sulla buona strada...

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog