TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Broccoli che passione

Per gli antichi Greci e Romani, che lo consumavano anche crudo prima dei banchetti, in modo da consentire all’organismo di assorbire meglio l’alcol, era addirittura considerato sacro. Oggi, invece, broccolo è quasi un’offesa per qualcuno intollerabile, senza motivo. Tra gli ortaggi più coltivati in Europa, i broccoli sono infatti un alimento con pochissime calorie (27 per 100 grammi) e col 51% di pianta utilizzabile in cucina, tra foglie e interno. Ecco perché sulle tavole mediterranee (e non solo) non mancano praticamente mai cappucci, verze, cavolini di Bruxelles, broccoletti e cavolfiori.

Molto utilizzati in diete ipocaloriche, i broccoli sono presenti in tantissime varietà, di diverso aspetto. Tra quelle nostrane e più note ci sono il mugnulo leccese, il broccolo romanesco e quello veneto. Poi ci sono anche il cappuccio verde, particolarmente ricco di potassio e con buone quantità di calcio e fosforo, utilizzato principalmente per la preparazione dei crauti, tramite fermentazione; il cavolo rosso o cavolo cappuccio rosso, ricco di vitamine e sali minerali, considerato utile per preservare la salute del cuore perché ricco di vitamina C e di betacarotene, che proteggono le coronarie, vitamina A, preziosa per la vista, e vitamina K, che protegge dal rischio di sviluppare l’osteoporosi, e il cavolo cinese, carico di sali minerali come il potassio, acido folico e molta acqua, da consumare sia crudo che cotto, nelle zuppe e nelle insalate.

Foglia lunga e scura, anche il cavolo nero toscano viene utilizzato soprattutto per la preparazione di zuppe ed è considerato un alimento dalle proprietà antitumorali, con particolare riferimento alla protezione di colon, retto, stomaco, prostata e vescica. Ha un elevato contenuto di vitamina C, così come il broccolo cimoso o cavolo verde cimoso, noto per il suo colore chiaro brillante e per la perfetta geometria delle sue cimette. Contiene inoltre anche fibre e calcio e lo si può consumare sia crudo che cotto, in quanto le cotture brevi e la cottura al vapore ne preservano le proprietà.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog