TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Come friggere la cialda del cannolo

Dopo aver realizzato la cialda con la ricetta facile-facile de La Cucina Italiana (vedi qui), l’ultima fase nella preparazione dei golosi cannoli siciliani è la frittura della pasta. Lo chef Emanuele Frigerio de La Cucina Italiana illustra i facili passaggi dalla cottura nell’olio al raffreddamento su carta assorbente. In assenza di una friggitrice, la tipologia di padella da mettere sul fornello, a fuoco alto, potrebbe essere quella di un wok in acciaio con rivestimento antiaderente. Anche un saltapasta dai bordi svasati è abbastanza capiente da permetterne una cottura uniforme.

La temperatura ideale dell’olio per la frittura è di 180 °C. Se il calore non dovesse raggiungere il giusto livello è meglio attendere ed evitare di cuocere anzitempo: il risultato sarebbe pesante, la pasta si impregnerebbe e rovinerebbe l’effetto croccante del dolce. Per capire il giusto punto sarà sufficiente immergere uno stuzzicadenti e osservare se la sua sagoma sfrigola. Lo chef suggerisce di immergere poche cialde per volta in modo che la doratura sia completa. È importante che il rotolo di pasta si riesca a immergere totalmente così da averne una doratura corretta. Durante la cottura, mentre il cannolo galleggia nell’olio, potete farlo rotolare: in questo modo girerete il cilindro ne garantirete l'omogeneità.

Quando il colore della pasta è sufficientemente scuro, punchè non sia bruciato, togliete delicatamente i cannoli dalla padella profonda con un mestolo forato. Per capire dopo quanto tempo interrompere la cottura basterà contare pochi minuti.

A questo punto i cannoli vanno adagiati su un vassoio foderato con la carta assorbente. Solo quando saranno completamente raffreddati potremo togliere il piccolo tubo d’acciaio che ne ha costituito la forma durante la preparazione e cottura.

La cialda del cannolo così preparata può essere conservata in un contenitore che ne mantenga la croccantezza, non vanno necessariamente tenuti in frigorifero. Ciò che invece ha bisogno delle basse temperature è il ripieno di ricotta... alla prossima puntata!

 

Topic:

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog