CINEMA | 21 JUNE 2016

'Alla ricerca di Dory' della Pixar è già un successo negli Usa

Uscirà il 14 settembre in Italia il nuovo film di animazione della Pixar, 'Alla ricerca di Dory', spin off del precedente 'Alla ricerca di Nemo'. Nel primo weekend di programmazione negli Usa è stato già un grande successo

dory

Il nuovo film di animazione della Disney Pixar ‘Alla ricerca di Dory’, del regista Andrew Stanton, al suo primo weekend nelle sale Usa è stato un successo clamoroso, con un incasso di 136,2 milioni di dollari.

Stanton, oggi 50 anni, nel 2003 aveva già vinto un Oscar con ‘Alla ricerca di Nemo’ (e un altro per ‘Wall-E’, oltre a una candidatura per la sceneggiatura di ‘Toy Story’), pellicola di animazione nella quale si raccontavano le avventure di un pesciolin0, Nemo (un pesce pagliaccio), orfano di mamma, con una pinna atrofica, un papà iperprotettivo e tanta voglia di libertà… Così tanta da cacciarsi in un sacco di guai.

‘Alla ricerca di Dory’ è uno spin off che riprende, a sei mesi dalla storia precedente, un personaggio già apparso nel primo episodio: questa volta si tratta di una pesciolina (un pesce chirurgo) con gravi difficoltà di memoria a breve termine. All’inizio Dory non ricorda nessuno, ma ha una sua memoria emotiva, che le permette di ricordare almeno le emozioni provate.

Ad un certo punto Dory, che adesso è la fidanzata di Marlin, papà vedovo di Nemo, decide di partire alla ricerca della propria famiglia di origine, e quindi anche della propria identità.

Nella versione inglese è Ellen DesGeneres a dare la voce alla pesciolina, mentre in Italia sarà doppiata da Carla Signoris.

Tra disabilità, famiglia allargata e un bel messaggio ecologista, ‘Alla ricerca di Dory’ (‘Finding Dory’ nella versione originale) si candida a essere uno di quei film animati che piacciono a tutta la famiglia.

In Italia uscirà il 14 settembre.