TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Razzie Awards: ecco gli 'spernacchiati'

Gli Oscar sono alle porte: saranno annunciati a breve i candidati all’edizione 2016. Nel frattempo, sono state rese note altre interessanti nomination: quelle ai Golden Raspberry Awards – meglio conosciuti come Razzie. Assegnati per tradizione proprio la sera prima degli Oscar, i Razzie incoronano il peggio della stagione cinematografica appena trascorsa: peggiori attori, peggior regista, peggior film e così via. Una pioggia di nomination è caduta sulla pellicola più bollente del 2015: ‘50 sfumature di grigio’, candidato in quasi tutte le categorie. Del resto, anche nei cinema il dramma sadomaso aveva suscitato qualche risata a scena aperta… A seguire ci sono ‘Pixels’ – Adam Sandler è un habitué dei Razzie Awards, con la quinta candidatura consecutiva – ‘I Fantastici 4’, ‘Jupiter' e l’imperdibile ‘Il superpoliziotto del supermercato’. In lizza per il premio ‘Redeemer’ – assegnato agli attori che si sforzano di migliorare - Sylvester Stallone, fresco di Golden Globe, ottenuto grazie all'interpretazione in 'Creed', settimo episodio della saga di Rocky Balboa. Inutile dire che il Razzie Award è l’unico premio per cui tra i candidati non si scatena la competizione: nessuno lo vuole, e i vincitori difficilmente sono così autoironici da presentarsi alla cerimonia e tenere un discorso di ringraziamento…

Qualche news sui Razzie: i 'Golden Raspberry Awards' sono detti anche Razzie dall'espressione 'to razz', spernacchiare, prendere in giro'. Diminutivo di 'Raspberry' che in inglese vuol dire lampone, ma nello slang, curiosamente, anche pernacchia. Il premio Razzie
è stato fondato dal pubblicitario americano John J. B. Wilson nel 1981. L'ironico premio consegnato dalla Raspberry Foundation consiste in un lampone appoggiato su un nastro Super8 dipinto in oro, del valore di 4,97 dollari. Il primo Razzie Award si svolse a casa del pubblicitario, la notte degli Oscar, quando con alcuni amici guardava la cerimonia di premiazione e insieme cominciarono a votare i film più brutti dell'anno. Secondo Wilson, spostare i Razzie la sera prima a quella degli Oscar è stata la scelta giusta: è la serata in cui i giornalisti sono disperatamente in cerca di qualcosa di cui parlare. E lui gliel'ha dato.

Topic:

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog