TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Hollywood boicotta la Georgia a causa di una ...

Hollywood si prepara a boicottare la Georgia.

Insieme a New York e alla California, la Georgia è uno dei luoghi dove vengono girati più film e serie tv. Solo l'anno scorso sono state girate oltre 240 produzioni, fra cui la serie della AMC “The Walking Dead” e i film “Ant-Man” e “Allegiant”, portando alla Georgia un incasso di 1,7 miliardi.

Una nuova proposta di legge potrebbe minacciare tutto questo: passato alla legislatura, il progetto dichiara che nessun pastore potrà essere forzato a celebrare matrimoni fra persone dello stesso sesso. Inoltre i gruppi religiosi potranno rifiutarsi di assumere persone le cui credenze vadano contro quelle dell'organizzazione, mentre le chiese e le scuole religiose avrebbero il diritto di rifiutare di ospitare eventi per persone o gruppi che non gli vadano a genio.

Le case cinematografiche come la 21st Century Fox, NBC Universal, Walt Disney, AMC e Marvel Entertainment si sono opposte al progetto di legge, dichiarando che, se passerà, sposteranno le proprie produzioni altrove. A scendere in campo in prima persona contro le discriminazioni ci sono anche tanti attori, fra cui Anne Hathaway e Julianne Moore, che hanno firmato una petizione insieme a registi e sceneggiatori come il vincitore di premi Oscar Aaron Sorkin (Steve Jobs, The Newsroom) e Ryan Murphy (American Horror Story, Glee).

“Porteremo i nostri affari altrove se qualsiasi legge discriminatoria verrà firmata” dichiara la petizione indetta dall'organizzazione per i diritti gay, la “Human Rights Campaign”.

Oltre al mondo dell'intrattenimento, si sono schierate contro la legge più di 300 compagnie, fra cui Google e Coca-Cola. La NFL ha dichiarato inoltre che se la legge verrà firmata, Atlanta potrebbe perdere l'opportunità di ospitare futuri Super Bowl.

Il Governatore Repubblicano della Georgia Nathan Deal ha assicurato che non firmerà nessuna legge che permetta di discriminare. Ora c'è solo da aspettare il 3 Maggio per scoprire se la legge passerà o meno.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog