TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Keira Chaplin: "Io o il mio cognome?"

Il suo secondo nome è Sunshine: infatti, Keira Chaplin è davvero una ragazza solare. Lo racconta lei stessa: una delle cose che la caratterizza è il fatto di sorridere molto. Del resto, è una ragazza fortunata e lo sa.

Nata a Belfast nel 1982, Keira è la nipote di Charlie Chaplin e la bis-nipote del premio Nobel per la Letteratura Eugene Gladstone O'Neill.

Cresciuta nella tenuta dei Chaplin in Svizzera, il Manoir De Ban, a metà degli anni '90 si sposta prima a Parigi e poi a New York, per intraprendere la carriera di modella, cosa alla quale i genitori si oppongono. Ma Keira è la tipica ragazzina ribelle, la 'bad girl' che di sera scappa per andare in discoteca, si ubriaca, salta la scuola. Insomma, fa di testa sua: a 16 anni comincia a lavorare come modella, sfilando per Armani, Lancetti, Rocco Barocco, Tommy Hilfiger e ottenendo la copertina di Vogue. Nel 2001 il suo seno nudo sul magazine francese Photo è uno scandalo e nel 2002 appare come 'la ragazza di Luglio' sul famoso Calendario Pirelli scattato da Peter Lindbergh.

Essere nipote di Chaplin da bambina voleva dire andare a casa della nonna e trovare un elicottero in giardino e il suo idolo Michael Jackson seduto sul divano del salotto. Da grande, può voler dire non sapere se è stata per sé e per il suo talento o per via del suo cognome. Può essere un peso, oltre che una grande fortuna.

Parallelamente alla carriera di modella studia per diventare attrice e ottiene ruoli in alcuni film, come "L'Importanza di Chiamarsi Ernesto". In seguito, fonda una sua casa di produzione: la Limelight Films.

Il suo stile? Agli eventi informali, le piace indossare abiti lunghi e morbidi sul corpo, neri o dai colori brillanti, che adora. Oppure abiti a bustier in satin. Le piacciono anche gli abitini da cocktail di organza di Blumarine e Versace o le creazioni sexy di Herve Leger. Il suo stile in contesti meno formali è casual, con mini abiti o jeans e top stampati.

Anche nel privato preferisce il casual chic: jeans e T-shirt o camicetta, abitini stampati e stile Sixties.

Per quanto riguarda gli accessori, sui red carpet di rigore per lei indossare tacchi a stiletto - soprattutto sandali Jimmy Choo - mentre nella vita di tutti i giorni predilige ciabattine comode e stivali di suède. Ama le borse di Blumarine, Balenciaga, Gucci.

Secondo Keira, nel guardaroba di ogni ragazza dovrebbero esserci tassativamente: un paio di sandali col tacco, una T-shirt cool, una giacca elegante e un tubino nero. I suoi stilisti preferiti sono Valentino, Blumarine, Gucci e Versace, che pronuncia "Versaci", all'americana.

Il suo motto? Era anche quello preferito dal nonno: "Una giornata senza un sorriso è una giornata inutile".

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog