TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

David Bowie: "Non cambio per confondere le pe...

David Robert Jones nasce a Brixton - un quartiere di Londra - l'8 Gennaio 1947 da Margaret Mary Burns, che lavora come cassiera presso un cinema, e Haywood Stenton Jones, da poco ritornato dal fronte. Da bambino si innamora subito del rock'n'roll e della black music. A 13 anni riceve in regalo un sax, con cui comincia a suonare la musica che ama con vari compagni di scuola. Fra questi c'è George Underwood, che nel corso di un litigio per una ragazza lo colpisce all'occhio sinistro causandogli una dilatazione permanente della pupilla. Incide il primo disco con il suo vero nome nel 1964, ma l'anno dopo sceglie il cognome Bowie ispirato da uno degli eroi della battaglia di Alamo, Jim Bowie, famoso anche per aver dato il nome all'omonimo coltello.

La popolarità arriva col singolo "Space Oddity" del 1969, brillante canzone di fantascienza inspirata dalla visione di "2001 Odissea Nello Spazio" di Stanley Kubrick. Nel 1970 sposa Mary Angela Barnett, a cui dedica la canzone "The Prettiest Star". La leggenda narra che "Angie" dei Rolling Stones sia stata scritta da Mick Jagger proprio per lei... Per Bowie l'anno del trionfo è il 1972, grazie a "The Rise And Fall of Ziggy Stardust": nel Regno Unito resta in classifica per due anni, mentre la tournée lo fa diventare una star anche negli Stati Uniti. Bowie rilascia interviste ambigue, produce l'album "Transformer" dell'amico Lou Reed e tra un disco e l'altro diventa anche dipendente dalla cocaina. David ama cambiare personaggio e mondo, riuscendo sempre a imporre un nuovo look e un nuovo stile: nel 1974 è il decadente "Diamond Dogs", nel 1975 è lo scintillante "Young Americans", nel 1976 l'elegante "Duca Bianco". Nel 1977 cambia ancora pelle e si trasferisce a Berlino, dove vive in un appartamento con Iggy Pop. Con la produzione di Brian Eno, Bowie crea una trilogia di album di grande fascino, guidata dalla potenza evocativa di "Heroes".

Dopo un altro album pieno di splendide intuizioni come "Scary Monsters (and Super Creeps)", Bowie sente in anticipo il cambio dei tempi e cambia passo: dalle cupe atmosfere berlinesi passa nel 1983 al biondo elegante di "Let's Dance", battezzando definitivamente gli anni 80 come il decennio del disimpegno. In quegli anni intensifica anche la carriera come attore intrapresa con "L'Uomo Che Cadde Sulla Terra", recitando in "Merry Christmas Mister Lawrence" e in "Absolute Beginners", di cui scrive anche la colonna sonora. Con Catherine Denevue interpreta il ruolo di una sanguinaria coppia di vampiri in "Miriam Si Sveglia A Mezzanotte". Partecipa al "Live Aid" e sale sul palco di Broadway in "Elephant Man". Incontra la futura moglie Iman Abdulmajid proprio nel backstage teatrale: i due si sposano a Firenze nel 1992. Dopo alcuni progetti paralleli - come il lavoro con il gruppo Tin Machine - David ritorna sulla strada da solista con diversi album che però non lo rilanciano appieno a livello commerciale. Seri problemi di salute lo allontanano dalle scene fino al 2013, quando ritorna con "The Next Day", album maturo e malinconico che lo riconferma icona assoluta di stile e qualità musicale.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog