TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Javier Zanetti: "Il tifoso interista è abitu...

Javier Adelmar Zanetti nasce a Buenos Aires il 10 Agosto 1973 da Rodolfo Ignacio Zanetti e Violeta Bonazzola. Di origini friulane, è il fratello minore di Sergio, anch'egli calciatore. Si appassiona al calcio da bambino seguendo le gesta dell'Argentina di Kempes e Passarella, ma nel suo quartiere non ci sono campi in cui giocare. Papà Zanetti - insieme ad altri genitori - ne costruisce uno, dove il giovane Javier si mette subito in mostra. Gioca per diversi anni nelle formazioni giovanili dell'Indipendiente, ma è troppo magro e gracile e nel 1989 non gli viene rinnovato il contratto. Deluso, Javier va a lavorare nei cantieri edili e si rafforza nel fisico e nell'animo. Spinto dal fratello e dal padre, riprende a giocare e in poco tempo viene schierato dal Tallares prima e dal Banfield poi, debuttando nella serie A argentina e nella Nazionale.

il 13 Maggio 1995 Zanetti diventa il primo acquisto del nuovo presidente dell'Inter, Massimo Moratti. Arrivato come seconda scelta dietro il suo connazionale Sebastian Rambert, diventa in breve tempo titolare conquistando tutti per la sua tecnica, la sua correttezza e la sua potenza fisica, da cui il soprannome di 'El Tractor'. Protagonista da Capitano delle avverse fortune della squadra, vince la Coppa UEFA nel 1998 ma perde lo scudetto il 5 Maggio 2001 in una partita 'suicida' contro la Lazio. Dal 2004 la storia dell'Inter e quella di Zanetti si riempiono di vittorie: cinque scudetti, quattro Coppe Italia, quattro Supercoppe italiane, una Champions League e una Coppa del Mondo per Club. Diventa quindi il giocatore più vincente della storia dell'Internazionale. Storica l'annata 2010, quando - sotto la guida di José Mourinho - l'Inter porta a casa il famoso 'triplete'.

Detiene anche il record di presenze nella nazionale argentina con 145 partite giocate, anche se con la Seleccion non ha mai vinto nulla di importante. Esempio assoluto di professionalità, è arrivato ad allenarsi anche il giorno del suo matrimonio, avvenuto nel 1999 con Paula de la Fuente. La coppia ha tre figli ed è molto impegnata nel sociale, insieme gestiscono l'Associazione Pupi - uno dei soprannomi di Zanetti - che aiuta le famiglie disagiate di Buenos Aires. La storia calcistica di Zanetti termina il 18 Maggio 2014, quando chiude la carriera di calciatore a 41 anni e con 858 presenze nell'Inter, record assoluto del club. Subito dopo diventa dirigente della squadra nero-blu, di cui ormai è simbolo assoluto.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog