TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Andy Warhol: "Andrei all'inaugurazione di qua...

Andy Warhol nasce il 6 Agosto 1928 a Pittsburgh, Pennsylvania, da Andrej e Julia Warhola, immigrati cecoslovacchi. Il padre è operaio, la madre esegue piccole creazioni artigianali. Studia arti decorative al Carnegie Institute of Technology di Pittsburgh e nel 1949 inizia a collaborare come illustratore con le riviste Glamour, New Yorker e Harper's Bazaar lavorando su immagini pubblicitarie di calzature e accessori femminili. Nel 1952 tiene la sua prima mostra personale a New York. Nel 1957 fonda la 'Andy Warhol Enterprise' per la commercializzazione delle sue opere. Dal 1960 inizia i lavori di serigrafia su tela ispirati dai marchi pubblicitari come la Coca-Cola o la Zuppa Campbell's o altre icone di massa, inclusi i dollari. Nei fatti inventa -  parallelamente a Roy Lichtenstein, che lavorava con i fumetti - la 'Pop Art'.

A partire dal 1962 avvia la serie di opere ispirate da disastri come incidenti stradali, sentenze di morte, avvelenamenti e le serigrafie ispirate a Marilyn Monroe - che muore proprio in quello stesso anno. Sempre nel 1962  fonda la 'Factory', laboratorio artistico aperto che diventa un crocevia fondamentale per l'arte a New York negli anni sessanta. Dal 1963 inizia ad utilizzare la Polaroid, che diventerà essenziale per i suoi lavori successivi, soprattutto i ritratti. Nel 1966 inizia a collaborare con i Velvet Underground, diventando il produttore dei loro dischi e concerti e realizzando la leggendaria copertina del loro primo album. Nel 1968 una femminista estremista, Valerie Solanas, spara a Andy nella sua Factory. Warhol rischia la vita, viene operato d'urgenza e trascorre due mesi in ospedale. Nel 1969 fonda 'Inteview', originale rivista basata su interviste alle celebrità iniziando la collaborazione con fotografi o artisti poi diventati molto famosi, come Herb Ritts o David La Chapelle.

Negli anni '70 si intensifica la sua attività di ritrattista per i VIP: rockstar, sportivi, politici, industriali e anche se stesso. Andy si ritrae spesso 'en travesti', esibendo al mondo  quella omosessualità che nella vita reale era molto meno riconoscibile. Warhol ha avuto una vita privata molto riservata, era fondamentalmente un timido e per buona parte della sua vita convisse con la madre, ritenuta una delle sue principali ispiratrici. Negli anni '80 Warhol sarà mentore e ispiratore di artisti importanti come Jean-Michel Basquiat e Keith Haring. Nel 1987 è in Italia, a Milano, per una mostra ispirata all'Ultima Cena di Leonardo da Vinci. Nello stesso anno muore inaspettatamente durante un banale intervento chirurgico dovuto a calcoli alla cistifellea: il suo mito sarà ricordato per sempre.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog