TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Gary Coleman: "Che cavolo stai dicendo, Willis!"

Gary Wayne Coleman nasce a Zion, Illinois, l'8 Febbraio 1968, afflitto da una malattia congenita ai reni. Dei primi anni di vita non si sa molto, se non che viene adottato da Edmonia Sue e W.G. Coleman. A causa della patologia, la crescita naturale si interrompe in giovane età: Gary infatti è alto solo 1 metro e 42. Nel 1978 debutta sul piccolo schermo in un episodio della sit-com "I Jefferson", ma il ruolo che lo rende famoso in tutto il mondo arriva quando diventa protagonista de "Il Mio Amico Arnold".

Il personaggio di Arnold Jackson ottiene un successo immediato in tutto il mondo: il pubblico adora il viso paffuto di quel ragazzino afroamericano che si dedica a risolvere i guai che combina insieme al fratello e alla sorellastra. Arnold porta Gary Coleman al trionfo mediatico per otto anni, ma nel 1986 la serie si interrompe senza un vero e proprio finale. L'attore comincia così un periodo particolarmente difficile, anche se continua a partecipare a qualche trasmissione televisiva e si presta a fare qualche cameo, come nel 1996, quando compare nell'ultimo episodio di Willy il principe di Bel-Air accanto a Will Smith.

Dopo aver denunciato i genitori adottivi per frode e aver abbandonato l'attività di attore, nel 2005 si trasferisce nello Utah, dove lavora come guardia privata, senza lasciare mai del tutto alcune comparsate televisive. Nel 2002 è intervistato dal programma italiano 'Matricole & Meteore' e l'anno successivo partecipa al programma per ragazzi 'Drake e Josh'. Nell'Agosto del 2007 sposa Shannon Price, conosciuta durante le riprese del film "Church Ball", ma dopo solo otto mesi di convivenza è nel cast del programma "Divorce Court" per salvare il matrimonio, senza purtroppo riuscirvi. Nel 2008 viene arrestato per aver investito una persona in un parcheggio e l'anno successivo per presunte violenze domestiche. Mentre si trova nella sua abitazione nei pressi di Salt Lake City, cade e batte la testa: entra in coma e smette di combattere il 28 Maggio 2010. Quello sguardo simpatico sulle guanciotte gonfie e la sua frase tormentone, resteranno per sempre indimenticabili...

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog