TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Linda Lovelace, Miss Gola Profonda

Linda Susan Boreman nasce il 10 Gennaio 1949 a New York nel quartiere del Bronx. Suo padre John è un poliziotto che non è mai a casa, sua madre Dorothy una donna molto dura che le impartisce una educazione rigida. Linda frequenta le scuole cattoliche, dove le amiche la chiamano 'la santa' per la sua riservatezza. Nonostante la timidezza, arriva una gravidanza indesiderata: Linda a diventa madre giovanissima. I genitori intervengono in aiuto, ma ad aggravare la situazione è un incidente stradale che la costringe a una lunga convalescenza in ospedale. Durante il periodo di degenza conosce Chuck Traynor, che sposa nel 1971: Chuck ha un forte ascendente su di lei, tanto da convincerla a girare diversi corti pornografici in 8 millimetri. Il marito è violento e le impone una vita che Linda non vorrebbe. E' proprio lui che nel 1972 la presenta al regista Gerard Damiano, che le consiglia di prendersi come nome d'arte quello di Linda Lovelace.

Damiano la vuole nel suo film, "Gola Profonda". Linda, che interpreta il ruolo di una prostituta che scopre di avere una particolarità fisica molto 'intima', diventa di colpo un'icona dell'industria nascente del porno. La pellicola diventa un successo mondiale, ma il paradosso vuole che la Lovelace riceva un compenso misero - 1250 dollari - e una fama da cui sarà impossibile scappare. Linda recita diverse altre produzioni hard, a partire dal sequel "Gola Profonda 2", uscito nel 1974. Nello stesso anno Linda divorzia da Traynor e sposa Larry Marchiano, un uomo più mite e soprattutto lontano dal mondo del cinema. Con lui avrà due figli: Dominic nel 1977 e Lindsay nel 1980.

Dopo pochi altri film pornografici, tra cui "Gola Profonda 3" (uscito nel 1989 solo in videocassetta e nel quale non appare nei titoli), Linda fa scalpore rinnegando pubblicamente il genere porno e schierandosi con le femministe americane contro l'industria dell'hard. Scrive una autobiografia in cui racconta di essere stata costretta a girare film a luci rosse dal primo marito, un uomo che non aveva esitato a puntarle addosso una pistola. Nel 1996 divorzia anche dal secondo marito e nel 2002 la sua vita si chiude a causa di un incidente d'auto a Denver. La figura contradditoria e dolente di Linda Lovelace ha ispirato film e piece teatrali.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog