TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Jeff Buckley: "Voglio fare musica fino all'ul...

Jeffrey Scott Buckley nasce ad Anaheim, California, il 17 Novembre 1966. Suo padre era il cantautore Tim Buckley, sua madre la violoncellista Mary Guibert. Tim si trasferisce a New York prima ancora che Jeff veda la luce, tanto che i due si incontrano saltuariamente solo nella prima infanzia del piccolo. Cresce con la madre e il patrigno Ron Moorehead, di cui prenderà il cognome per anni facendosi chiamare Scooty Moorehead. Nel giugno del 1975 Tim Buckley, diventato famoso, muore di overdose: il giovane figlio decide di accettare il cognome del padre e diventa colui che diventerà famoso come Jeff Buckley.

Appassionato di chitarra, scopre il rock grazie al patrigno che gli regala il suo primo disco: "Phisical Grafitti" dei Led Zeppelin. A 12 anni decide di diventare un musicista: studia chitarra e - finita la high school - va a vivere da solo a Los Angeles, dove comincia a suonare dal vivo. La svolta per la sua carriera arriva a New York durante un concerto-tributo dedicato al padre: Jeff si esibisce nella chiesa di St Ann a Brooklyn colpendo tutti per la forza della sua voce e per l'emozione con cui celebra il genitore. Si trasferisce nella Grande Mela e nel 1993 esce il suo primo EP, registrato live al Sin-è, il locale dove si esibisce con sempre crescente successo. A fine 93 entra in studio per registrare il suo primo album: "Grace" fu pubblicato il 23 Agosto 1994. Si tratta di un disco meraviglioso, che impone Jeff sullo scenario rock mondiale.

Artisti come David Bowie, Jimmy Page e Robert Plant lo adorano, Bob Dylan lo definisce uno dei più grandi compositori del decennio. "Grace" lo porta a suonare con grande successo negli States, in Europa e anche in Australia, dove il disco arriva in testa alle classifiche. La musica di Jeff è romantica e potente al tempo stesso, la critica lo adora anche grazie all'interpretazione di brani di altri artisti, come "Hallelujah" di Leonard Cohen. Jeff collabora con Patti Smith e Tom Verlaine e nel 1996 comincia a scrivere le canzoni per il secondo album. Decide di registrarlo a Memphis: in una pausa delle registrazioni decide di fare un bagno nel fiume Wolf River, affluente del Mississippi. Si tuffa completamente vestito e viene risucchiato nella corrente causata da un battello di passaggio: il corpo viene trovato il giorno dopo, Jeff non era drogato né aveva bevuto. I funerali sono celebrati a Sant'Ann a Brooklyn, dove tutto era cominciato solo sei anni prima...

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog