TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Francesco Totti: "Sono nato romano e romanist...

Francesco Totti nasce a Roma il 27 Settembre 1976. Comincia a giocare a calcio nella Fortitudo, squadra del quartiere San Giovanni dove vive con la famiglia. Si trasferisce alla Smit Trastevere per passare poi alla Lodigiani. A 12 anni è già oggetto delle attenzioni di Lazio e Roma: la spuntano i giallorossi, così Francesco entra a far parte del settore giovanile. Grazie a Vujadin Boškov, a soli 16 anni esordisce in Serie A esibendosi di fronte a quel pubblico del quale poco prima aveva fatto parte nelle vesti di tifoso. Con la Roma di Carlo Mazzone, nella stagione 1994-'95 segna la prima rete, ma sono gli anni di Zdeněk Zeman che costituiscono la crescita mentale e fisica del giocatore destinato a diventare il numero uno nella storia dei lupi.

Dotato di grande capacità tecnica, viene usato sia come trequartista che seconda o prima punta. Nelle stagioni 1997-'98 e 1998-'99 realizza 30 gol in 70 partite e dal 1998 diventa Capitano. Con la Nazionale prende parte al Campionato Europeo del 2000 che si svolge in Olanda e Belgio, rendendosi protagonista per le ottime prestazioni e per la realizzazione del suo famoso rigore 'a cucchiaio'. L'anno della consacrazione arriva nel 2001, quando la Roma acquista Gabriel Batistuta: insieme allo stesso Totti e a Vincenzo Montella, formerà il cosiddetto 'Trio delle Meraviglie' che porta la squadra a vincere lo scudetto: Francesco viene nominato 'Miglior Calciatore Italiano' AIC e viene incluso nella lista dei candidati al Pallone d'Oro. Nell'era Spalletti supera il suo record personale: nella stagione 2006-'07, segna 26 gol, 32 stagionali se si considera anche la Champions League. I giallorossi vincono la Coppa Italia e a Totti va la Scarpa d'Oro, riconoscimento destinato all'attaccante più prolifico d'Europa.

Recupera da un infortunio giusto in tempo per affrontare Germania 2006, dove si laurea Campione del Mondo all'Olympiastadion di Berlino dopo aver battuto la Francia. Al rientro in Italia dichiara di volersi allontanare dalla Nazionale per poter preservare la forza fisica necessaria per dare il meglio di sé con la sua squadra del cuore, la Roma. Francesco continua a segnare anche negli anni successivi con in panchina Luis Enrique, il ritrovato Zeman e Rudi Garcia, diventando il calciatore che ha realizzato più reti in Serie A con un'unica squadra. Sposato con la showgirl Ilary Blasi, ha due figli: Cristian e Chanel. E' considerato come uno dei migliori talenti degli anni novanta e duemila. Francesco Totti non è solo il capitano della squadra giallorossa, ma l'amatissimo simbolo del club.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog