TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Roberto Bolle: l'energia di un étoile

Roberto Bolle nasce a Casale Monferrato il 26 Marzo 1975. Suo padre Luigi è un piccolo imprenditore, la madre Mariuccia è casalinga. Fin da piccolo Roberto dice in famiglia che da grande ha intenzione di fare il ballerino. La madre lo appoggia e Roberto a 6 anni comincia a frequentare una scuola di danza a Vercelli. A 11 anni va a Milano per sostenere l'esame d'ingresso alla scuola del Teatro alla Scala, dove viene ammesso. Ogni mattina Roberto comincia gli allenamenti alle 8, la sera invece segue i normali studi scolastici che lo portano alla maturità scientifica.

Alla Scuola di Danza della Scala viene notato dal grande ballerino e coreografo Rudolf Nureyev, che lo sceglie per interpretare il ruolo di Tazio nell'opera "Morte a Venezia". Il Teatro però non dà l'autorizzazione perché Roberto viene giudicato ancora troppo giovane per affrontare una prova così impegnativa. A 19 anni entra a far parte della Compagnia di Ballo della Scala e due anni dopo viene nominato Primo Ballerino. I suoi impegni da protagonista - sia in balletti classici che moderni - si moltiplicano: interpreta molti ruoli per diversi coreografi, collaborando per "La Bella Addormentata", "Cenerentola", "Don Chisciotte" e "Il Lago dei Cigni". La  bellezza, il talento e l'energia lo portano a esibirsi con successo anche all'estero e a danzare con Darcey Bussell, Alessandra Ferri, Svetlana Zakharova.

All’inizio del nuovo millennio la carriera di Roberto ha la sua consacrazione: inaugura la stagione del Covent Garden a Londra, danza per il Royal Ballet, al Bolshoi di Mosca e a Buckingham Palace in occasione del Golden Jubilee della Regina Elisabetta. Nel 2004 il Teatro alla Scala gli riconosce il titolo di étoile. In quello stesso anno, Roberto è ospite d’onore al Festival di Sanremo. Nel 2006 danza alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Torino e a partire dal 2008 il Gala "Roberto Bolle & Friends" porta il balletto su palcoscenici straordinari e inconsueti come il Sagrato del Duomo di Milano. Nominato 'Principal' dell'American Ballet Theater -un onore mai tributato a nessun ballerino uomo italiano, per giunta in concomitanza con il titolo di étoile della Scala - Roberto Bolle è ormai una star mondiale.

A fianco degli impegni professionali, Roberto riesce a coniugare una straordinaria attività in campo sociale: è Ambasciatore per l'UNICEF, collabora con il FAI e dal 2012 è Cavaliere della Repubblica Italiana in virtù dei meriti acquisiti verso il Paese in campo culturale. Nel 2014 l'UNESCO gli conferisce la Medaglia per il Valore Universale della sua Arte. Vanity Fair, che negli anni ha omaggiato il suo talento dedicandogli moltissime copertine, nel 2013 lo sceglie come protagonista del cortometraggio "Passage": diretto da Fabrizio Ferri, il film viene presentato al Festival del Cinema di Venezia durante l'evento organizzato dal magazine per festeggiare i suoi 10 anni.

Il 2014 lo vede interprete di una performance artistica per la campagna "Rethink Energy" con la quale ENI ridefinisce il modo in cui la nostra società vive l'energia. E' un'energia in continuo movimento e trasformazione, un susseguirsi di nuove forme e rappresentazioni che diventano cultura, sostenibilità, ricerca e accessibilità. E' il gesto e l'emozione che Roberto Bolle riesce da sempre a comunicare.

Per l'estate 2014, Roberto Bolle sarà in tour con il suo ormai celeberrimo Gala "Roberto Bolle and Friends". Insieme a lui, alcune delle stelle più famose del panorama della danza mondiale. Ecco le date:
18 e 19 luglio - Teatro Carlo Felice, Genova
22 luglio - Arena, Verona
25 luglio - Terme di Caracalla, Roma
27 luglio - Politeama Rossetti, Trieste
29 luglio - Gran Teatro all'Aperto, Torre del Lago (Lucca)

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog