TOP LIVE! ?

{{posts[currentVideoHeader].category_label}}

{{posts[currentVideoHeader].title}}

in riproduzione

Marco Pantani: "Vado così forte in salita pe...

Marco Pantani nasce a Cesena il 13 Gennaio 1970. Da bambino non eccelle a scuola ma preferisce di gran lunga gli hobby del padre: la caccia e la pesca. Gli piace il calcio, ma presto capisce che non è uno sport adatto a lui. A 11 anni vede dei suoi coetanei allenarsi in bici, si unisce a loro e nonostante la pesante due ruote della madre, riesce a stare davanti a tutti in salita. Nel 1983 arriva la prima vittoria: rapidamente, Marco diventa uno scalatore di razza. Fra i dilettanti vince molte corse, compreso il Giro d'Italia nel 1992. L'anno dopo diventa professionista con la Carrera Jeans di Claudio Chiappucci.

Dopo il primo anno di apprendistato, nel 1994 Marco comincia a vincere al Giro d'Italia, dove si aggiudica due tappe e il secondo posto in classifica dietro il russo Berzin. Al Tour de France arriva terzo assoluto, vincendo la Maglia Bianca come 'Miglior Giovane in Gara'. L'anno dopo comincia la lunga catena di incidenti che lo metterà spesso alla prova con il destino: nel secondo tra questi, causato da un'auto alla partenza di una gara, si frattura tibia e perone e passa il 1996 a rieducare la gamba. Riprende a correre cambiando squadra, ma nel 1997 al Giro d'Italia cade ancora ed è costretto al ritiro. Al Tour de France lotta per la Maglia Gialla e vince due tappe - fra cui quella leggendaria all'Alpe d'Huez - arrivando terzo assoluto.

Il 1998 è l'anno d'oro di Pantani, la sfortuna lo lascia in pace per un po': Marco vince prima il Giro d'Italia e poi il Tour de France, primo italiano dai tempi di Felice Gimondi e settimo al mondo a riuscire nell'accoppiata. Il suo scatto in salita è impossibile da reggere per chiunque, tutta Italia è in festa intorno al 'Pirata', soprannome attribuitogli per la bandana che usa spesso in corsa al posto del cappellino. L'anno dopo domina il Giro d'Italia, ma a due giorni dall'arrivo viene squalificato perché a un controllo anti-doping il suo sangue risulta con una concentrazione di globuli rossi superiore al consentito. Marco perde la Maglia Rosa e la fiducia in se stesso: comincia un lungo periodo fatto di processi, gare deludenti, ritorni entusiasmanti e voci insistenti sulle sue dipendenze dalla cocaina. Pantani corre ancora con risultati alterni, ma persino in salita non sembra più lui. Depresso e deluso, finisce i suoi giorni in un residence di Rimini, dove viene trovato morto il 14 Febbraio 2004 in circostanze ancora oggi misteriose.

Codice da Incorporare

Aggiungi questo video al tuo sito o al tuo blog